Sinfonie del silenzio cosmico

Nebulosa

Gli osservatori VIRGO in Europa e LIGO negli Stati Uniti hanno decifrato il silenzio cosmico che regna oltre l’atmosfera. Scienza e arte si uniscono: i suoni derivanti dalle collisioni di buchi neri e di stelle di neutroni lontani miliardi di anni luce dalla Terra vengono uniti in un concerto.

Un artista argentino, Tomàs Sarraceno, in collaborazione con scienziati esperti dell’Osservatorio Gravitazionale Europeo (EGO) in Italia, ha trasformato i suoni delle onde gravitazionali e delle fusioni dei buchi neri in una vera e propria sinfonia.

L’artista ha definito l’evento “una guida per ascoltare senza le orecchie, per vedere senza gli occhi”. Ciò che ci fa ascoltare sono segnali gravitazionali di luce e radio accolti dalla rete planetaria di antenne e li ha armonizzati con i suoni e le vibrazioni della natura, come ad esempio i suoni generati dai ragni sulle ragnatele, suoni ambientali, ma anche prodotti dall’uomo.

Il concerto è stato trasmesso durante il Capodanno a Roma attraverso un’installazione multisensoriale di laser, suoni e vibrazioni.

Per saperne di più:

Per vedere i video occorre accettare i cookies riferiti a YouTube.

YouTube privacy policy